1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

anniversario enec

Pubblicità

Calendari

Gerusalemmecapitale spirituale del Mediterraneo Gerusalemme “Città della pace”, “Ombelico del mondo”, “Città di Dio in terra”. Sono solo tre espressioni, probabilmente le più note, che indicano l’importanza e la centralità della Città tre volte santa nel mondo delle religioni, delle culture e delle relazioni fra i popoli. Gerusalemme, è noto, è una città più unica che rara, la cui identità storica e culturale la contraddistingue e la separa da tutte le altre del mondo. Per questo è chiamata anche la Città santa, che etimologicamente significa altra, distinta, celeste. Essa, infatti, è il luogo privilegiato dove il Dio di Abramo, Uno e Unico, si è ripetutamente rivelato all’uomo. Egli, l’Eterno, ha scelto tra tutte Gerusalemme, che per un misterioso disegno divino è posta a pochi chilometri dalla più profonda depressione geografica del pianeta, dove l’Altissimo non si è sdegnato di scendere dai cieli per incontrare e salvare l’uomo, prigioniero del peccato e della morte, frutti acerbi della sua stessa libertà. A Gerusalemme Dio ha voluto e vuole continuare a dimorare in modo particolare. È tra le sue strade, nell’impasto delle sue mura, tra le fronde dei suoi alberi, nelle zolle del suo terreno, tra i flutti delle sue acque, nelle spire dei suoi venti, alle fondamenta dei suoi luoghi di culto e financo nel dna dei suoi abitanti, che Dio vi…
PADRE MICHELE PICCIRILLOl’uomo di pace, il frate, Lo studioso L’Enec (Eurpe-Near East Centre), Associazione internazionale per i rapporti col Vicino Oriente, quest’anno compie vent’anni. Nata nel 1989 dall’incontro di alcuni studiosi dell’Oriente cristiano, il compianto Padre Michele Piccirillo e Padre David Maria Jaeger, francescani della Custodia di Terra Santa, i professori don Nicola Bux e Franco Cardini, fu ben presto condivisa e promossa dal senatore Pietro Mezzapesa, scomparso lo scorso anno, che ne fu il primo apprezzato presidente, e dagli onorevoli Roberto Formigoni e Vincenzo De Cosmo, solo per citarne i più noti; si prefiggeva tra i suoi principali obiettivi lo studio e la conoscenza dei luoghi e dei protagonisti del Medio Oriente. A tal fine l’ENEC ha intessuto in due decenni relazioni culturali e sociali con diversi Paesi del Mediterraneo, promuovendo viaggi, ricerche, convegni e progetti, al cui vertice ha cercato di porre sempre una preoccupazione - vera mission dell’Associazione - ossia di sostenere in vario modo la presenza cristiana in Oriente, specialmente in Terra Santa, che come è noto diviene ogni anno sempre più esigua. E lo ha fatto soprattutto con due “strumenti”, che riteniamo siano i gioielli dell’ENEC: la prestigiosa rivista Porta d’Oriente, diretta dal prof. Cardini e il prezioso Calendario Comparato ebraico-cristiano-islamico, giunto ormai alla XV edizione, anche grazie alla generosa e lungimirante collaborazione della Fiera…

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione