1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

anniversario enec

Recensioni

La Sindone. Sulle tracce del miste
La Puglia e l'Oriente
La riforma di Benedetto XVI
Il segno della Croce
Quando è nato Gesù

La Sindone. Sulle tracce del miste

Lunedì, 09 Dicembre 2013 13:02 Scritto da  Michele Loconsole
Vota questo articolo
(1 Vota)

il testo è stato scritto con la valente collaborazione della più nota sindonologa d'Italia, Emanuela Marinelli, scienziata naturalista romana.

Il volume è uscito all'indomani del noto documentario-inchiesta che la BBC ha diffuso sulla Sindone di Torino, in cui ha reso noto al mondo intero, il Sabato Santo scorso, che l'esame al radiocarbonio eseguito sul Telo nel 1988, che l'aveva datato in epoca medievale, di fatto si è dimostrato errato nelle procedure metodologiche. Affermazione che ha fatto il giro del mondo in poche ore, perché di fatto si ammetteva indirettamente l'età antica del Sudario di Cristo.

La Sindone, infatti, è stata per secoli ostesa al pubblico, acquisendo così luce e carbonio; ha poi subito alcuni incendi, di cui uno devastantissimo, al punto da procurarle molti e ampi buchi, poi rattoppati; ai bordi del Lenzuolo, infine, sono stati numerosi i rattoppi operati lungo l'arco dei secoli, perché la parte più lisa e consumata a motivo della continua e indiscriminata manipolazione in età antica, medievale e moderna, la zona da cui hanno prelevato i campioni per la datazione del 1988. Tutti elemento che hanno contribuito a "ringiovanire" il telo di molti secoli.

Il nuovo testo sulla Sindone, quindi, affronta in modo rigoroso sia le tematiche scientifiche, curate dalla prof.ssa Marinelli, sia le questioni storiche, indagate dal prof. Loconsole. La prima, scioglie i mille dubbi circa l'autenticità del Lenzuolo, a partire naturalmente dalle scoperte scientifiche. Il secondo, si addentra nella scura storia antica del Telo e in quella più limpida quella medievale, fino a giungere ai nostri giorni, portando a sostegno fonti e documenti largamente condivisi dagli studiosi.
Fine esplicito del lavoro dei due autori è quello di dimostrare, ma anche di ribadire, viste le loro numerose altre pubblicazioni in merito, sia dal punto di vista tecnico, sia storico, che la Sindone che si conserva a Torino è il lenzuolo funebre che avvolse il corpo esanime di Gesù di Nazaret quasi duemila anni fa nel sepolcro a Gerusalemme.

La misteriosa formazione dell'immagine dell'Uomo che è impresso sul Lino - misteriosa alla scienza e non alla fede -, la straordinaria informazione che forniscono le tracce del sangue, nonché i numerosi documenti antichi e medievali, sia storici che liturgici, contribuiscono da una parte a rendere ancora più fitto l'enigma della natura del Sacro Telo, dall'altra a datarlo senza tema di smentita al I secolo dopo Cristo, e a collocarlo geograficamente nell'area Palestinese.
In conclusione un libro che tratta di misteri, ma nel contempo del Mistero che si è fatto storia

Informazioni aggiuntive

  • Scritto da: Emanuela Marinelli - Michele Loconsole
  • Edizione: DELTA 3 EDIZIONI, Grottaminarda (AV) 2008
Altro in questa categoria: « La Puglia e l'Oriente

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione